IL "COMUNICATORE" D'INGIUSTIZIA
  I TRENTA DENARI
 
Vaffanculo d'oro 2008

Trenta monete costituirono il compenso ricevuto da Giuda in cambio del suo tradimento. Con tutta probabilità non erano, come comunemente noto, denari ma più modesti sicli d'argento di Tiro, le uniche monete accettate al Tempio di Gerusalemme per motivi religiosi dato che gli ebrei non tolleravano la riproduzione di animali o uomini neanche sulle monete.


Quanto vale per VOI un tradimento????
Fatecelo sapere!!!!
Nel frattempo vi dimostreremo, come OGGI si tradisce per molto meno, o purtroppo, per MOLTO ma MOLTO DI PIU'. Dipende dai punti di vista!!!





Commenti su questa pagina:
Commento di gaetano navarra( gaetano1945alice.it ), 14/08/2008, alle 18:46 (UTC):
Un tradimento non vale mai nulla.Ciò che se ne trae è alla fine solo squallore dell'anima, sempre che qualcosa della coscienza sia ancora rimasto.I soldi e/o i vantaggi? Sono sempre il prezzo di un GIUDA. Ciao , Gaetano



Inserire un commento su questa pagina:
Il tuo nome:
Il tuo indirizzo e-mail:
La tua Homepage:
Il tuo messaggio:

 
  Oggi ci sono stati già 5 visitatori (59 hits) qui!  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=